.
Home     Metodi      Campi di applicazione      Ricerche     Link     Contatti     Agenda
.
dott. Francesco Starita - Studio Starita
VALUTAZIONE EFFETTI TAPING NEUROMUSCOLARE SULL’ASSETTO
DELLA COLONNA MEDIANTE METODICA SPINAL MOUSE
 

Lo studio intende presentare una dimostrazione degli effetti dell’utilizzo della metodica TNM sulla posizione della colonna utilizzando due costruzioni base sulla muscolatura lombare e addominale e il loro utilizzo combinato. I risultati saranno valutati e confrontati mediante una delle diverse metodiche valutative oggi rese disponibili dal progresso tecnologico “lo spinal mouse” o cirtometro computerizzato.

Tale dimostrazione sarà la base di partenza per uno studio articolato sull’utilizzo del taping neuromuscolare non solo come strumento terapeutico, ma anche come valido supporto nel trattamento delle patologie croniche e acute la cua causa sia da attribuire al sovraccarico.

taping Neuromuscolare
 

Il soggetto di sesso femminile di 28 anni sano e dedito alla pratica sportiva è stato valutato secondo il protocollo standard del dispositivo , si presentano solo i risultati registrati sul piano sagittale perché attinenti al fine dello studio.

Effetti taping Neuromuscolare
Taping Neuromuscolare

Di seguito i grafici della valutazione senza applicazione di TNM (figura 1), con applicazione lombare (figura 2), solo addominale (figura 3), e con applicazione combinata addominale e lombare (figura 4)

Osservando i vari grafici è possibile notare le importanti variazioni in termini di mobilità, morfologia di curva e posizione relativa metamerica, capaci di condizionare la postura statico (7) e dinamica del soggetto. Osserviamo singolarmente le tre posizioni di valutazione. Figure 5 e 6 relative alla posizione eretta.

Effetti taping Neuromuscolare
Effetti Taping Neuromuscolare
   

Appare chiaro come la postura più corretta rispetto ai valori di riferimento, si ottenga utilizzando la tecnica combinata (grafico 1 della figura 6). Con questo soggetto abbiamo ottenuto con l’applicazione del TNM lombare, un accettuazione della lordosi lombaree un’armonizzazione morfologica della cifosicon una posteriorizzazione dell’assetto della colonna rispetto alla verticale. Con un’applicazione combinata registriamo una riduzione della lordosi lombare sia in quantità d’angolo complessivo che nel numero di metameri in estensione e una posterizzazione dell’assetto rispetto alla verticale con una maggior armonia morfologica delle curve; infine con la costruzione addominale notiamo un’accentuazione delle due curve e una lieve interiorizzazione dell’assetto rispetto alla verticale.

 

Nelle figure 7 e 8 analizziamo i grafici relativi al soggetto in flessione avanti del busto a gambe distese con le varie applicazioni.

 
Taping Neuromuscolare
 

Notiamo in questi grafici come con questo soggetto il massimo incremento della mobilità in flessione sai ottenuto mediante l’applicazione addominale, mentre il miglior risultato, tenendo conto anche dello sviluppo armonico nella totalità della curva si sia avuto con quella combinata. Nel caso dell’applicazione lombare si registra un incremento della mobilità in flessione e una migliore armonia solo a carico del segmento lombare della colonna. Nel caso dell’applicazione addominale si ottiene un incremento della mobilità in flessione maggiore rispetto a quello lombare mantenendo la morfologia inalterata. Di seguito presentiamo i due grafici riguardanti la valutazione del soggetto in posizione di mssima estensione del busto, figure 9 e 10.

 
Taping Neuromuscolare
 

Osservando i grafici notiamo come il massimo incremento della capaità di estensione con questo soggetto si sia ottenuto con applicazione addominale si osserva la migliore armonia di sviluppo di curva con estensione di valore di poco inferiore. Nel caso dell’applicazione combinata si nota un incremento del numero di metameri in estensione con valore di mobilità totale registrata minore tra le applicazioni.


CONCLUSIONI
Il loavoro presentato conforta gli studi già noti e presenti sulle potenzialità della metodica tanto da suggerire le nevessità di proseguire la raccolta dati come al fine di poter indicare con maggior precisione l’eventuale univocità di risultato caratterizzando ogni singola applicaizone e finalizzandone la sua specificità.